Intelligenza, definizione positiva

Intelligenza, nell’attuale sistema occidentale, è capacità di produrre consenso attorno a un nucleo di proposizioni di tipo conoscitivo eo creativo, atte a dimostrare:

  • di saper riprodurre l’esistente (la spiegazione di un elemento conoscitivo accettata come veritiera da almeno un’istituzione riconosciuta come autorevole)
  • di saper creare novità (incrementare la conoscenza esistente) accettate almeno da un’istituzione riconosciuta come autorevole.

Questa definizione necessita di ulteriori perfezionamenti. Per ora mi basta tenere ben presente che alla società attuale non interessa (non ha valore) ogni tipo di intelligenza che non crea e/o non cerca consenso. Questa supposta intelligenza rimane fuori dalla pòlis.